Sentenza #Karadzic. 40 anni al criminale balcanico

karadzic condannato a L'AIA

Il criminale di guerra Radovan Karadzic, accusato di genocidio, crimini di guerra e crimini contro l’umanità durante il conflitto in Bosnia (1992-1995) che ha causato oltre 100.000 morti è stato giudicato colpevole dal Tribunale dell’Aia per crimini contro l’umanita, crimini di guerra e genocidio a Srebrenica e condannato a 40 anni di detenzione.

Accusato di 11 capi d’accusa, Karadzic è stato giudicato colpevole di 10, compresa la strage di Srebrenica e gli atti contro la popolazione civile di Sarajevo. La Giuria ha giudicato insufficienti le prove relative a pratiche di genocidio messe in atto in sette comunità, ma ha riconosciuto Karadzic responsabile di crimini contro l’umanità in altre 20. Karadzic, secondo la Giuria, era parte di un’impresa criminale con un piano per rimuovere i serbi di Bosnia.

Karadzic è stato comunque ritenuto responsabile di aver “avuto un ruolo molto importante nello sviluppare un’ideologia di ostilità etnica” e di fomentare le divisioni in Bosnia utilizzando anche la propria miliza privata.

A Karadzic sono state riconosciute responsabilità, oltre a crimini contro la popolazione di Sarajevo fatta bersaglio di tiri di artiglieria, mortaio e cecchini e di Srebrenica, cui sono stati uccisi tutti gli abitanti maschi, anche circa trasferimenti forzati, deportazioni, detenzioni illegali e misure discriminatorie in Bosnia. Le milizie della Federazione di Bosnia e Herzegovina avrebbe infatti commesso crimini contro la propria popolazione a Sarajevo per provocare una reazione internazionale a proprio favore. Secondo la Giuria l’attivita dei cecchini e di bombardamento della città di Sarajevo era parte integrante della strategia di Karadzic per raggiungere i propri scopi politici.

La sentenza è stata letta dal Giudice O-Gon Kwon.
057 – IN365-SB-201503241543
[copyright infonews365 – tutti i diritti riservati]
Karadzic condannato a L’AIA (Reuter Live Video)

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s