Dopo #Palmyra ecco gli obiettivi di #Assad

Palmyra - soldati in città dopo la riconquista

La vittoria contro le forze del Daesh da parte di Assad e dei suoi alleati ha dato forse la spallata definitiva al Daesh. Molti analisti, infatti, considerano la caduta di Palmyra come la peggior sconfitta subita dai tagliagole e per alcuni si tratterebbe dell’inizio della fine del califfato.

Ora il fronte si è spostato a nord est, nei pressi della città di As Sukhnah, città dove le milizie di al-Baghdadi hanno ammassato le armi e i mezzi evacuati da Palmyra. La vittoria dell’esercito siriano a Palmyra, arrivata dopo una battaglia lunga tre settimane, ha aperto la “strada del deserto”, ma sarà lo scontro di As Sukhnah a spalancare la via verso la liberazione della città di Deir Ez-Zor, enclave siriana circondata dalle milizie del Daesh.La conquista di Deir Ez-Zor è giudicata fondamentale per poter sferrare l’attacco alla capitale del Daesh, Raqqa obbligando i miliziani tagliagole a difendersi su tre fronti: da sud (Palmyra), da est (Deir Ez-Zor) e da nord (Hasaqah).

Il fronte contro le forze del Daesh è aperto anche nel sud della Siria, dove l’esercito siriano ha circondato la città a maggioranza cristiana di Al-Qaryatayn, ormai da anni in mano al Daesh.

103 – IN365-SB-201503291336
[copyright infonews365 – tutti i diritti riservati]
103 – Palmyra – soldati in città dopo la riconquista – twitter

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s