#Pyongyang impone il #blackout ai #Socialmedia

ragazza al cellulare a pyongyang
Da oggi, in Corea del Nord non sono più raggiungibili i siti di Twitter, Facebook, Youtube, Voice of America e i media sudcoreani. Il Ministero delle Telecomunicazioni di Pyongyang ha bloccato a tempo indeterminato i social media con l’intento, non solo di limitare il più possibile la fuoriuscita incontrollata di informazioni sullo stato della Repubblica, ma anche di impedire agli stranieri di diffondere all’interno della Corea del Nord informazioni o notizie scomode aggirando la censura nordocoreana.

La limitazione interessa solo gli utenti nordocoreani ed è applicata da Koryolink, il provider nato nel 2008 da una joint venture tra l’egiziana Orascom e il Ministero Nord Coreano per le Telecomunicazioni. Gli utenti stranieri hanno piena libertà, ma la cronologia sarebbe controllata dall’intelligence di Pyongyang.

Oltre ai socialmedia, Koryolink ha limitato l’accesso anche a siti per adulti e a quelli di scommesse, come riporta l’agenzia Il Velino.

121 – IN365-SB-201604011159
[copyright infonews365 – tutti i diritti riservati]
121 – Una ragazza al cellulare a PyongyangRoman Harak (link)

 

hhhhh

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s